Home Tantra Massaggi donna Mass coppie/uomo Counseling
Home
Tantra
Massaggi donna
Mass coppie/uomo
Counseling
Corsi di Gruppo
Yoga e Aura
Elioterapia Naturista
Calendario
Team
  
 
IL METODO

Il metodo di lavoro utilizzato da TantraLight si basa su tecniche ormai consolidate da decenni di insegnamento che attingono, oltre che dal Tantra tradizionale anche dal New Tantra, dalla bioenergetica, dalle teorie di Wilhelm Reich e di Alexander Lowen, dalle meditazioni di Osho, dalle tecniche di body psychotherapy, dalle tecniche del tocco kashmiro, dalla meditazione vipassana e, infine dagli insegnamenti dell'Istituto Maithuna.
 
 
TANTRA DONNA

Come donna hai la possibilità di approcciare la pratica del Tantra in modo graduale, oppure se hai già esperienza, puoi approfondire i temi e le pratiche per arrivare a percezioni più sottili e profonde. Se sei all'inizio una sessione di Tantra Experience può essere l'ideale, soprattutto modulandola al tuo livello iniziale. Se desideri un percorso più totale e sei già sicura che il Tantra è la tua via puoi frequentare il corso di Tantra Maestro/Allieva, frequentando via via i moduli bimestrali che ti vengono proposti. Questo training viene anche incontro alle tue esigenze in termini di orari e giorni, in modo personalizzato. Qui puoi veramente approfondire tutti i temi della tua esistenza attraverso la lente tantrica, che ti riporta al corpo, ogni qual volta tenti di sfuggire alla realtà. Ti permette così di ricreare la tua vita basandoti su un appagamento e una soddisfazione psico-fisica, invece che su congetture mentali o su involucri estetici, culturali e mediatici.
Se invece vuoi fare le tue esperienze nel Tantra in una situazione di gruppo dove rispecchiarti negli altri, imparare e scoprire cose nuove insieme, allora puoi iscriverti al Training in Gruppo, composto da 10 seminari, che si svolgono nei week-end, in un tempo di circa due anni e mezzo.

 
 
Sessione di Tantra donna con maestro 

Tantra donna

Tantra donna symbol
 

TANTRA COPPIE

Se siete una coppia curiosa, e con volontà di apprendere l'esperienza "Tantra Experience" in coppia fa per voi. Vi permette infatti di approcciare la pratica del Tantra in modo graduale, o a scelta, se avete già qualche esperienza precedente, proseguire il percorso in modo più deciso e profondo, lavorando sui vostri temi caldi. Questo vi permetterà di arrivare a comprensioni più lucide e illuminanti e percezioni più sottili e profonde. Nelle nostre sessioni si lavora in quattro, dove Davide  e Francesca vi guidano e vi conducono per mano, trasferendovi tecniche e modalità di relazione, che vi condurranno ad esplorare terreni nuovi e, a volte, sconosciuti. Attraverso semplici tecniche di respiro, movimento consapevole, attenzione, rilassamento, massaggio, contatto corporeo, sessuologia e accudimento, potrete vivere e percepire sensazioni nuove che danno nuova vitalità ed entusiasmo al vostro rapporto.

 Tantra cuore a cuore ;-)
 
Sessione di Tantra in coppia TantraLight

Sessione di Tantra in coppia TantraLight
 

TANTRA UOMO

Come uomo hai la possibilità di approcciare la pratica del Tantra in modo graduale, oppure se hai già esperienza, puoi approfondire i  tuoi temi per arrivare a percezioni più sottili e profonde. Puoi scegliere "La Spada e la luna" dove la guida femminile di Francesca ti porterà per mano ad esplorare il lato luminoso del tuo maschile, per farlo emergere. Un training che si adatta a te in modo personalizzato.
Se invece vuoi fare le tue esperienze nel Tantra in una situazione di gruppo dove rispecchiarti negli altri, imparare e scoprire cose nuove insieme ad altre persone, allora puoi iscriverti al Training in Gruppo. Esso è composto da 10 seminari, che si svolgono nei week-end, e dura circa due anni e mezzo.


   Tantra uomo con maestra
 
Tantra uomo saluto rituale
 
Tantra uomo lezione in gruppo
 

UN WEEK-END DI APPROCCIO AL TANTRA

Se siete una coppia incuriosita dal Tantra e volete passare un week-end in campagna, iniziando a sperimentare e sperimentarvi nel Tantra, potete scegliere il Week-end "Tantra experience" per Coppie; due giornate con pernottamento in B&B o agriturismo, che vi permetteranno di vibrare nelle esperienze, attraverso alcune pratiche tantriche, svolte con una coppia di esperti Tantrika. Essi vi condurranno con passione oltre la soglia di questo fantastico mondo. In questo caso il Tantra è proposto e vissuto nella sua forma più ludica: una specie di Tantra fun! Un week-end per rilassarsi e divertirsi, ma anche per "sudare" un pò. Però, come sapete, in ogni gioco c'è sempre un grande insegnamento: così anche nel "Tantra fun!", dietro al divertimento, ci sono insegnamenti profondi e autentici!
 
 
Tantra Weekend coppia
 
Tantra Weekend coppia
 
Tantra weekend coppia
 
 
TANTRA WEEK-END PER SINGOLE E SINGOLI

Anche se sei da sola o da solo, hai la possibilità di scegliere la versione weekend di Tantra Experience per lui o per lei. Davide (e quando necessario, su appuntamento Francesca) vi guideranno in sessioni tantriche personalizzate dove avrete la possibilità di esplorare i vostri temi difficili, i vostri blocchi, apprendere le tecniche che ancora vi mancano per liberare il vostro corpo e il vostro essere da prigioni mentali e da corazze fisiche.
 
 
TANTRA A TRE

Se siete due amiche potete scegliere nello stesso week-end "Tantra Experience" per fare l'esperienza Tantrica assieme; alcune sessioni le farete da sole con l'insegnante e alcune, se desiderate, saranno svolte in vostra copresenza. Un Tantra a tre, dove il femminile si rafforza diventando una alleanza a tre, tra il vostro femminile e il maschile della guida che vi conduce. Un viaggio verso un orizzonte più ampio dell'ordinario, dove la spiritualità del corpo diventa una grande anima.
 
 
TRAINING DI TANTRA TRIENNALE IN GRUPPO

Il training di Tantra che proponiamo si sviluppa su 10 corsi della durata di un week-end ciascuno pari a 220 ore di formazione, certificati con un attestato consegnato alla fine del percorso. In ogni fine settimana si partecipa a circa 22 ore di lezione, suddivise nei tre giorni a partire dal venerdi alle ore 19.00 alla domenica alle ore 20.00. Puoi iscriverti e partecipare sia in coppia che come singolo o singola, tenendo conto che sarai confermato al raggiungimento di un numero pari di iscritti tra uomini e donne. E' un training aperto a tutti, anche senza precedenti esperienze in ambito tantrico. Anche se hai già frequentato in precedenza seminari o corsi di tantra, lo troverai di sicuro utile e nuovo. Il metodo che utilizziamo si chiama "destrutturante costruttivo modulare" perché oltre a permetterti di fare esperienze che destrutturano gli schemi fissi e inibitori, ti fornisce chiavi di lettura nuove per "ri-costruire" un modello emotivo e relazionale, in sostituzione di quello disfunzionale. Infine é modulato in base all'esatto punto evolutivo in cui ti trovi e alle caratteristiche specifiche del gruppo, che possono variare di volta in volta. Per tutte le informazioni e le modalità di iscrizione ti consigliamo di visitare la pagina: CORSI DI GRUPPO

 

LIBRI SUL TANTRA
 
Ci teniamo a farti riflettere su un aspetto molto importante delle pratiche tantriche. Il Tantra non è un visione filosofica, non è una religione, non è un ideale di vita, non è uno schema culturale-verbale, non è un qualcosa che ha a che fare con il materialismo, l'edonismo, e più in generale con un visione razionalistica della vita. Esso è una via da percorrere attraverso delle pratiche, più o meno rituali, che si esplicitano sotto forma di meditazione, sia essa statica o dinamica, di esperienze empiriche, di esercizi corporei e psico-fisici, nonché di una modalità aperta alla sperimentazione su se stessi. Per questo leggere libri sul tantra, specialmente se sono manuali con esercizi descritti, è a nostro parere quanto di più inutile si possa fare. Questo per il semplice motivo che leggere la descrizione di un qualcosa che si esplicita in modo soggettivo solo attraverso un esperienza fisica, non da al lettore nulla di utile. La cosa migliore è vivere in prima persona l'azione che ci permette di sentire ciò che ci arriva facendola. Pertanto in questa sezione ti segnaliamo solo i libri sul Tantra che secondo noi ha senso leggere, in quanto sono descrittivi, illustrativi e arrivano a quella parte di percezione che si trova ad un livello mentale e quindi filosofico; quei concetti cioè, comprensibili dalla mente in quanto formata e programmata da un processo culturale. I manuali pratici con esercizi e meditazioni, secondo il nostro parere, è preferibile leggerli dopo aver fatto almeno un training di Tantra completo o durante il percorso. Allora diventano utili per comprendere anche sul piano più razionale ciò che si è fatto. Abbiamo infatti notato che, di solito, leggerli in anticipo ha la controindicazione di distorcere l'esperienza personale, deviando e modificando le sensazioni, da quelle più nostre, cioè più autentiche, in qualcosa che ha più a che fare con l'idea che ce ne siamo fatti leggendo.
 
 
LIBRI DA LEGGERE PRIMA
 
Se non volete perdervi in bibliografie con decine di libri, per lo più inutili, sul tantra, contenenti aforismi sul Tantra, posizioni kamasutriche sul Tantra, sulla kundalini tantrica, sull'illuminazione e altri intrattenimenti per la mente, qui vi indichiamo i pochi libri da non perdere e da leggere prima o durante il vostro training di Tantra con TantraLight:

1. Tantra - L'iniziazione di un occidentale all'amore assoluto - Ediz. Neri-Pozza 1997 di Daniel Odier

2. Tantra - L'altro sguardo sulla vita e sul sesso - Ediz. Mursia 1992 - André Van Lysebeth

3. Tantra e meditazione - L'energia dell'amore e la gioia dei sensi - Ediz. Rizzoli  2006 - Elmar e Michaela Zadra 

 
4. La visione Tantrica - Ediz. New Service Corporation 1986 - Osho Rajneesh
 
 
ALTRI LIBRI

Qui vi elenchiamo altri libri interesssanti che potete leggere con calma, anche dopo aver fatto la vostra esperienza personale sul Tantra:

1. Tantra per due - Best Seller Oscar Mondadori 2002 - Elmar e Michaela Zadra

2. Trasgredire con amore - Ediz. Mediterranee 2005 - Elmar e Michaela Zadra

3. ll punto G - Ediz. Sperling & Kupfer - Elmar e Michaela Zadra

4. Tantra  – La via dell'estasi sessuale - Best Seller Oscar Mondadori - 5 ristampe dal 1999 al 2003 - Elmar e Michaela Zadra

5. Desideri passioni e spiritualità - Anima Edizioni 2007 - Daniel Odier

 
 
Statuette tantriche indiane
 
Rappresentazioni  tantriche
 
Yab-Yum
 

TANTRA
Unione Divina


"La saggezza del Tantra porta il Nirvana nel Samsara"

 


Statuette Tantriche
 
Statuette Tantriche
 
Statuette Tantriche
 
 
 
Tantra
Due diventano Uno
T_coppia_TOP

“Fondi maschile e femminile nel divino!”

Il Tantra è l'unica via che prevede l'unione tra il maschile e il femminile come strada maestra per l'elevazione spirituale e la conoscenza dei misteri della vita e dell'universo. Così descrivono il Tantra una delle coppie che per prime lo hanno portato in Italia: "Aprirsi all’energia dell’amore e del sesso, lasciarsi impregnare fino ad esserne strapieni, fino ad arrivare ai limiti, per scoprire ciò che ci aspetta al di là della coscienza ordinaria."  Il Tantra in questo senso è dunque un modo di percepire l’universo esistente che va al di là della mente ordinaria. Una serie di pratiche psico-fisiche che ci aiutano ad essere più percettivi, più sensibili, più intuitivi e più connessi con il tutto.

 

Ti invitiamo a visionare questo video per farti un'idea di cosa significa trasformarsi e vivere la vita in modo più appagante attraverso la pratica del Tantra, tutto questo puoi farlo finalmente anche in Italia, con TantraLight:
Tantra changes your life!

 

 


 

Tantra donna

Tantra donna 

UN PERCORSO DI CRESCITA INDIVDUALE NEL TANTRA per il femminile

 

Con TantraLight potrai decidere di intraprendere un trainning di formazione esperienziale che contempla molte delle pratiche a noi conosciute che derivano o sono parte del Tantra tradizionale, del New Tantra e delle Pratiche di Bioenergetica. Davide Quaranta ti condurrà per mano a sperimentare, vivere, praticare molte tecniche e meditazioni che possono davvero portarti a sciogliere temi caldi e difficili della tua vita relazionale, migliorando il tuo sentire, la tua percezione, il tuo stato emotivo, la sicurezza in te, la consapevolezza di chi sei e ciò che vuoi veramente, al di là dei condizionamenti, dei tabù, degli obblighi formali e sociali, dei pensieri fantasiosi della mente. 

TANTRA EXPERIENCE® DONNA
durata da 2 ore a 3 ore per seduta

costo a Torino, Piacenza e Asti: 30 € all'ora
costo a Milano: 40 € all'ora

 

Se come donna desideri vivere un'esperienza di Tantra autentico, puoi partecipare ad un incontro individuale di Tantra Experience, dove Davide di TantraLight ti condurrà in maniera confortevole e dolce, a vivere l’esperienza Tantrica più adatta a te, al tuo attuale momento, alle tue necessità, curiosità e desideri. Accompagnata da un esperto Tantrika, potrai concederti quello che ti sei sempre negata e vivere quella dimensione che senti mancare nella tua vita, ma che desideri davvero. Sarai guidata e condotta per mano a lasciar vivere le tue qualità più nascoste, ad esprimerti liberamente dal tuo profondo, a sciogliere la rabbia e la tristezza che ti opprime, a scoprire le sensazioni più sottili e quelle più intense, a rimodulare il senso delle tue convinzioni, a fare, infine, una nuova esperienza che sia veramente nuova.

TRAINING IDIVIDUALE MAESTRO-ALLIEVA
720 € a Modulo - durata 8 lezioni da 3 ore, per un totale di 24 ore di corso.    
(possibile a Cortazzone, Torino, Piacenza e Milano) – Il pagamento del primo Bimestre è da saldarsi alla prima lezione.
Prima di iniziare il Training è necessario un incontro per valutarne la fattibilità: tale incontro è gratuito.

 

Il training di Tantra Maestro-Allieva prevede l’impegno reciproco ed il riconoscimento reciproco dei ruoli. Si sviluppa in moduli bimestrali di lezioni da 3 ore. E’ un impegno da parte dell'insegnate che riconosce secondo la tradizione la propria allieva tantrica. Di contropartita l'allieva riconosce la propria Guida per il percorso che intende intraprendere. La durata dipende da vari fattori personali dell'allieva che il Maestro valuterà durante la preparazione. In linea di massima, si parla di un periodo che può variare da 6 mesi a 1 anno, eventualmente anche non continuativo, oppure anche per un periodo più lungo. Moduli Bimestrali da 8 lezioni, una a settimana o una ogni 15 giorni, della durata di 3 ore ad incontro. Il secondo Bimestre sarà confermato prima del termine del primo. Questo il programma di formazione. Le 4 chiavi del Tantra: respiro, attenzione, movimento e ritmo, voce e suono. 1.Respiro Tantrico; chakra breathing, rebirthing, esercizi sul respiro. 2.Attenzione: Meditazione Vipassana, meditazione dell’osservatore, disidentificazione dai miei pensieri. 3.Movimento e ritmo: i 5 ritmi, l’onda orgasmica, movimento del bacino (la medusa), body jazz ed esercizi corporei sul movimento. 4.Suono e voce: canto armonico, esercizi sui versi, uso della voce e della vibrazione corporea. Sessualità: Tipologia anatomica maschile e femminile, erotismo fisico (del corpo - sensualità), il punto G e il punto P, le posizioni. Tabù e inibizioni. Le maschere dell'amante: iniziazione, sadomasochista, sacerdotessa, ecc. Danza tandava kashmira - Massaggio Tantrico Kashmiro e Yoga del Tocco. Massaggio erotico occidentale e tecniche di massaggio. Tummo (fuoco interiore) e meditazioni statiche. Salire insieme la scala dei chakra - Ascesa nei chakra nel Maithuna.
 
Numero per info e iscrizioni Tantra donna: 3207511457

 



TRAINING DI TANTRA in GRUPPO per SINGOLE
Se preferisci, invece di frequentare un trainining individuale Maestro-Allieva, puoi scegliere di seguire il tuo percorso di Tantra partecipando a corsi di gruppo. Questo ti permetterà di esplorare tutti i temi della relazione con te stessa e di quella con l’altro sesso, in un gruppo di lavoro, dove ad ogni corso partecipano singole, singoli e coppie.  In questo caso puoi iscriverti a uno o più corsi di formazione di gruppo di TantraLight; per avere tutte le informazioni vai alla pagina CORSI DI GRUPPO.

 




Tantra coppie
 
Tantra di coppia con TantraLight
 
UN PERCORSO o UNA SESSIONE DI CRESCITA PERSONALE NEL TANTRA
per la COPPIA

Se siete in coppia e desiderate vivere un'esperienza utile a testare la vostra intesa e complicità di coppia, oppure a migliorarle, potete prenotare una sessione di Tantra Experience per coppie, nella quale sarete condotti per mano ad imparare tecniche tantriche utili sia a livello individuale che di coppia. Se desiderate  liberamente e completamente confrontarvi con i temi più caldi della relazione tra uomo e donna, che magari sentite poco fluidi nella vostra coppia lo potete fare in un singolo incontro oppure farlo diventare un vero e proprio training personalizzato, programmando almeno tre incontri, o più, se desiderate andare in profondità nella relazione di coppia e un pò oltre i vostri limiti ordinari. Imparare a praticare molte tecniche e meditazioni può portarvi a sciogliere temi caldi e difficili della vostra vita relazionale, migliorando il sentire, la percezione, la sensibilità, lo stato emotivo, la sicurezza in se, la consapevolezza di chi siete e cosa volete veramente, al di là dei condizionamenti, dei tabù, degli stereotipi mediatici, degli obblighi formali e sociali e delle fantasie della mente.

TANTRA EXPERIENCE® PER COPPIA

durata circa 2 ore

costo 30 € all'ora, a persona, a Asti
costo 35 € all'ora, a persona, a Torino e Piacenza
costo 40 € all'ora, a persona, a Milano

possibile anche come
TRAINING PERSONALIZZATO per la coppia
costituito da un programma di incontri regolari e modulati su specifiche esigenze

Sessioni di Tantra per coppia condotte da Davide (coadiuvato se necessario da Francesca) e personalizzate per voi. Con pratiche tantriche e tecniche tantriche da apprendere e fare proprie per inserirle nella vostra vita di coppia e fare tesoro dell'esperienza fatta. La seduta inizia con l'accoglienza, un breve dialogo e una condivisione per focalizzare i temi che volete mettere in gioco ed esplorare della vostra coppia. Nell’incontro utilizzeremo le tecniche psico-corporee tipiche del Tantra e/o tecniche adatte alle vostre tematiche di coppia al fine di sciogliere i blocchi psico-corporei personali e le dinamiche disfunzionali. Utilizzeremo a seconda del caso tecniche di meditazioni dinamiche o statiche, respiro consapevole, respiro tantrico, massaggio, tecniche yoga, yoga del tocco, pressioni localizzate, contatto fisico, relazione, dialogo, pulizia dell’aura per integrare i lati ombra venuti in luce durante la sessione. E’ possibile programmare incontri regolari, per esempio una volta al mese o ogni quindici giorni, a gruppi di tre incontri pre-programmati, fino a che non sentite di aver acquisito e reso disponibile nella vostra relazione il progresso fatto e/o la trasformazione, avendola integrata pienamente.

Numero info e iscrizioni Tantra coppie: 3669502015

 

 





Tantra uomo


Tantra Uomo
 
UN PERCORSO DI CRESCITA INDIVDUALE NEL TANTRA per il maschile

Se sei un uomo e desideri liberamente e completamente confrontarti con i temi legati alla relazione con il femminile, hai la possibilità di intraprendere un training individuale di formazione e crescita personale, basato sulla bioenergetica, sulla Integrative Body Psychotherapy, sul Counseling ad indirizzo corporeo® e sul Tantra. In questo caso puoi accordarti con Francesca, per sviluppare un percorso dove essere condotto per mano a sperimentare, vivere, praticare molte tecniche e meditazioni che possono davvero portarti a sciogliere temi caldi e difficili della tua vita relazionale, migliorando il tuo sentire, la tua percezione, il tuo stato emotivo, la sicurezza in te, la consapevolezza di chi sei e ciò che vuoi veramente, al di là dei condizionamenti, dei tabù, degli obblighi formali e sociali. In alternativa hai a disposizione il "Tantra Experiece" per Uomo e il "Tantra Experience Week-end" per Uomo.

TANTRA EXPERIENCE® PER UOMO
costo 30 € all'ora ad Asti
costo 35 € all'ora a Torino e Piacenza
costo 40 € all'ora a Milano

Sessioni individuali della durata di 2 o 3 ore. Accoglienza, dialogo e condivisione per focalizzare le tue necessità e i temi che desideri esplorare. Nell’incontro utilizzerò l’approccio più indicato alle tue tematiche attraverso ciò che ritengo utile per sciogliere i blocchi psico-corporei personali. Utilizzerò a seconda del caso tecniche di meditazioni dinamiche o statiche, respiro consapevole, respiro tantrico, massaggio, tecniche yoga, yoga del tocco, pressioni localizzate, contatto fisico, relazione, dialogo, pulizia dell’aura per integrare i lati ombra venuti in luce durante la sessione. E’ possibile programmare incontri regolari, per esempio una volta al mese o ogni quindici giorni, fino a che non senti di aver acquisito e reso disponibile nella tua vita reale il progresso fatto e/o la trasformazione, avendola integrata pienamente nelle tue relazioni e personali e quotidiane. A richiesta è possibile anche per la tua coppia.

possibile anche come
TRAINING PERSONALIZZATO INDIVIDUALE costituito da un programma di incontri regolari e modulati su specifiche esigenze
. Prima di iniziare il Training è necessario un incontro/colloquio per valutarne la fattibilità: tale colloquio è gratuito.

Il Training di Tantra individuale e di coppia prevede l’impegno reciproco e il reciproco riconoscimento dei ruoli Insegnante tantra/Allievo. Si sviluppa in moduli bimestrali di lezioni da circa 3 ore. La durata dipende da vari fattori personali dell’allievo, che l’insegnante Tantra valuterà durante la preparazione. In linea di massima si parla di un periodo che può variare da qualche mese (minimo 2) a 1 anno, eventualmente anche non continuativo, oppure anche per un periodo più lungo. Il training è condotto da Francesca e/o Davide e può essere frequentato da singoli e coppie. I posti sono limitatissimi in quanto è possibile accettare da 1 a massimo 3 allievi o coppie. L’impegno è quello di programmare incontri regolari da concordarsi in modo personalizzato.

Programma di formazione: Le 4 chiavi del Tantra: Respiro, Attenzione, Movimento e Ritmo, Suono e Voce. 1.Respiro Tantrico: chakra breathing; rebirthing; esercizi sul respiro. 2.Attenzione: meditazione Vipassana; meditazione dell’osservatore; disidentificazione dai miei pensieri. Movimento e Ritmo: i 5 ritmi; l’onda orgasmica; movimento del bacino (la medusa); body jazz ed esercizi corporei sul movimento. Suono e Voce: canto armonico; esercizi di Gibberish; uso della voce e della vibrazione corporea.
Sessualità: tipologia anatomica maschile e femminile, erotismo fisico del corpo (sensualità), il punto G e il punto P, le posizioni. Tabù e inibizioni. Le maschere dell’amante: iniziazione, sadomasochista, sacerdotessa, etc.. Danza Tandava Kashmira- Massaggio tantrico kashmiro e Yoga del Tocco (imparare a essere toccati e a toccare). Massaggio erotico occidentale e tecniche di massaggio. Tummo (fuoco interiore) e meditazioni statiche.
Salire insieme la scala dei chakra- Ascesa nei chakra nel Maithuna.

Numero info e iscrizioni Tantra uomo: 3669502015

 


 

TRAINING DI TANTRA in GRUPPO per SINGOLI
 
Se preferisci, invece di frequentare un training individuale Maestra-Allievo, puoi scegliere di seguire il tuo percorso di Tantra partecipando a corsi di gruppo. Questo ti permetterà di esplorare tutti i temi della relazione con te stesso e di quella con l’altro sesso, in un gruppo di lavoro, dove ad ogni corso partecipano singole, singoli e coppie.  In questo caso puoi iscriverti a uno o più corsi di formazione di gruppo di TantraLight; per avere tutte le informazioni vai alla pagina CORSI DI GRUPPO.
 



Tantra week-end

Tantra weekend

UN WEEK-END DEDICATO AL TANTRA

 

Con TantraLight hai la possibilità di vivere da sola, da solo o in coppia un week-end dedicato Al Tantra, scegliendo tra i diversi pacchetti a disposizione, il percorso esperienziale più adatto a te o alla tua coppia. Il Tantra è un viaggio empirico, attraverso la pratica, dentro di sè. Con TantraLight puoi sperimentare molte delle pratiche Tantriche in un week-end dedicato a te stessa/o, alla tua coppia, alla scoperta e alle emozioni. Nel Week-end Tantra puoi dedicarti per due giorni ad esperienze non convenzionali, volte a fornirti strumenti provenienti dalla tradizione tantrica e da pratiche psicofisiche di più recente messa a punto. Lo scopo ultimo è quello di portarti ad uno stato di sensibilità corporea, percezione della realtà, consapevolezza e soddisfazione, superiore a quello cui sei abituata/o. Puoi anche avere la comprensione del perché persistano nella tua vita malesseri e insoddisfazioni legati alla sfera sessuale e di relazione tra maschile e femminile. Se scegli un percorso intenso potrai vivere emozioni e sensazioni mai provate e scoprire cose nuove di te. I week-end si svolgono in luoghi immersi nella natura, come agriturismi, ecovillaggi, centri termali, Bed & Breakfast; strutture attrezzate per il benessere e il pernottamento. Puoi scegliere tra un week-end dedicato alla coppia, uno per singole e uno per singoli.
 

 

“TANTRA EXPERIENCE week-end” per Coppie
Week-end per coppie al Villaggio del sole (Cortazzone – AT)
Dal Sabato alle 10.00 alla Domenica alle 18.00 circa - 450 € a coppia

Contenuto del fine settimana: 3 sessioni di Tantra in coppia + 2 trattamenti di massaggio Kashmiro + 1 pernottamento con colazione in B&B o Bungalow. Pasti in trattorie/ristoranti consigliati nei pressi*.

 

Programma per Lui: 1 mass Kashmiro
Programma per Lei: 1 mass Kashmiro
Programma insieme: 1 sessione di Respiro Consapevole, 1 sessione di Danza Tandava e Yoga del Tocco, 1 sessione di tantra in coppia.


Un week-end dove il Tantra la fa da protagonista. Potrai toccare con mano gli effetti del respiro tantrico nei chakra, del movimento lento della Danza e delle qualità sottili del tocco profondo, per risalire nel Rituale dell’Ascesa: il Maithuna. Riceverai anche il massaggio Kashmiro, una delle più intense espressioni del Tantra antico giunte sino a noi. Imparerai come restare presente nel corpo e come respirare per amplificare il sentire. Vivrai intense sessioni di Tantra dove il respiro si fonderà con il lento movimento, dove il sentire oltrepasserà ogni limite ordinario, dove il contatto e la coscienza diventeranno un'unica cosa, scoprendo un modo davvero unico per trasformarti, migliorare le tue relazioni e rendere più completo il rapporto con il tuo partner.

(*non compresi nel prezzo)

 

 

“TANTRA EXPERIENCE week-end” per DONNA
Week-end al Villaggio del sole (Cortazzone – AT)
Dal Sabato alle 10.00 alla Domenica all 18.00 circa - 290 €

Contenuto del fine settimana: 3 sessioni di Tantra + 1 massaggio Kashmiro + 1 pernottamento con colazione in B&B o Bungalow. Pasti in trattorie/ristoranti consigliati nei pressi della location di svolgimento del Week-end*.

 

Programma: 1 sessione di Respiro Consapevole, 1 sessione di Danza Tandava e/o Yoga del Tocco, 1 sessione con il rituale del Maithuna, 1 massaggio Kashmiro.

Un week-end dove il Tantra la fa da protagonista. Potrai toccare con mano gli effetti del respiro tantrico nei chakra, del movimento lento della Danza e delle qualità sottili del tocco profondo, per risalire nel Rituale dell’Ascesa: il Maithuna. Riceverai anche il massaggio Kashmiro, una delle più intense espressioni del Tantra antico giunte sino a noi. Imparerai come restare presenti nel corpo e come respirare per amplificare il sentire. Vivrai intense sessioni di Tantra, dove il respiro si fonderà con il lento movimento, dove il sentire oltrepasserà ogni limite ordinario, dove il contatto e la coscienza diventeranno un'unica cosa, scoprendo un modo davvero unico per trasformarti, migliorare le tue relazioni e rendere più completo il rapporto con il tuo partner.

(*non compresi nel prezzo)


“TANTRA EXPERIENCE week-end” per UOMO
Week-end al Villaggio del sole (Cortazzone – AT)
Dal Sabato alle 10.00 alla Domenica all 18.00 circa - 290 €

Contenuto del fine settimana: 2 sessioni di Tantra + 1 massaggio Kashmiro + 1 sessione di Counseling + 1 pernottamento con colazione in B&B o Bungalow. Pasti in trattorie/ristoranti consigliati nei pressi della location di svolgimento del Week-end*.

Programma: 1 Idromassaggio con massaggio nell'acqua, 1 sessione di Respiro e di Massaggio Istintivo, 1 sessione di Yoga del Tocco e Massaggio Kashmiro, 1 sessione di counseling (ascolto).


IDROMASSAGGIO CON MASSAGGIO NELL’ACQUA. Favorisce il rilassamento totale, l’abbandono e.. riconduce alle origini, con un massaggio dolce, un cullamento, il respiro circolare e il contatto corporeo anche le tensioni muscolari più profonde iniziano a sciogliersi.
SESSIONE DI RESPIRO E MASSAGGIO ISTINTIVO. Una seduta per imparare ad ascoltare il proprio respiro e riconoscerne le profondità: addominale, toracica, clavicolare. Rimanere nel proprio respiro e nelle proprie sensazioni durante il massaggio, sintonizzarsi con il respiro di chi ti massaggia, diventando un tutt’uno.
YOGA DEL TOCCO E MASSAGGIO KASHMIRO. Una seduta e un massaggio per imparare a lasciarti “toccare” profondamente rimanendo nel tuo respiro e in contatto con quello di chi ti massaggia, aggiungendo la fluidità del movimento del corpo e la variazione di suono, ritmo e velocità del tuo respiro per abbandonarti ad un piacere ancora più totale. Imparare a toccare senza “fare qualcosa”, riconoscere l’impulso energetico interiore verso il movimento, imparare a sentire l’altro rimanendo in te stesso e muoverti da lì, in uno spazio di presenza che è tipico dell’essere e non del fare !
COUNSELING. Condivisione e ascolto delle tue esigenze, sensazioni, domande e intuizioni dopo l’esperienza fatta. Scambio e assistenza alle tue necessità del momento.

(*non compresi nel prezzo)


Numero per info Tantra Experience donne: 3207511457

Num. per info Tantra Experience uomo/coppie: 3669502015

 

Per prenotazioni scrivere a: info@tantralight.it

 

 
Tantra Corsi di gruppo

Gruppi di Tantra

UN PERCORSO DI CRESCITA NEL TANTRA

Con TantraLight puoi decidere di intraprendere un training di formazione esperienziale che contempla molte delle pratiche a noi conosciute, che derivano o sono parte del Tantra tradizionale, del New Tantra e delle Pratiche di Bioenergetica. Con TantraLight il gruppo sarà condotto per mano a sperimentare, vivere, praticare molte tecniche e meditazioni che possono davvero portare a sciogliere temi caldi e difficili della vita relazionale di molte persone, migliorando il sentire, la percezione, lo stato emotivo, la sicurezza in sé stessi, la consapevolezza di chi siete e ciò che volete veramente, al di là dei condizionamenti, dei tabù, degli obblighi formali e sociali.

 

TRAINING DI TANTRA in GRUPPO per COPPIE e SINGOLE/I

 

Se desideri intraprendere un training di Tantra completo che ti permetta di esplorare tutti i temi della relazione con te stesso e di quella con l’altro sesso, allora puoi iscriverti a uno o più corsi, che fanno parte di un training completo di formazione in gruppo.

I corsi sono i seguenti:

1. Comunicazione (corporea, verbale, empatica)
2. Contatto (qualità, tipologia, massaggio)
3. Intimità, spazio, carattere
4. Le 4 chiavi
5. Centri energetici e relazione
6. Il maschile che c’è in me, il femminile che c’è in te
7. Da dove vengo, chi sono?
8. Sessualità
9. Aprirsi all'estasi
10. Oltre le ombre

Al momento il Training in 10 corsi non è attivo.  

 
Tantra

Tantra

 
Cos'é il Tantra? Molte persone mi fanno questa domanda, spesso confusi dalle mille proposte più disparate che gli si presentano davanti. E io gli dico: Il Tantra è l'esperienza al di là dei concetti. E' sinonimo di vita, quando le permetti di essere totalmente vitale dentro di te. Solo quando ogni cellula del tuo corpo si lascia attraversare totalmente dall'energia che c'è in questo esatto momento, senza essere interrotta dai pensieri, sei nel Tantra. Se hai letto molti libri o molti siti web sul tema, ti consiglio, prima di fare un esperienza nel tantra, di buttarli nell'immondizia: saranno solo di ostacolo. Se conosci molti aforismi e molti testi sacri a memoria, sei arrivato all'impasse; sei caduto in una trappola dell'ego. Sei diventato colto, ma non tantrico. Lasciati essere totale osservatore dei tuoi processi, al di la di come altri hanno descritto i loro, e ti avvicinerai alla conoscenza. Quando conosci in via diretta te stesso, ti avvicini alla purezza della vita e l'essere tantrico accade. E quando smetterai di pensare e di parlare, quello è l'attimo in cui puoi iniziare ad insegnare. Non prima. Saresti falso, non potresti essere autentico. Puoi trasmettere l'insegnamento solo nel silenzio della mente e delle parole. In quell'attimo di unione silente c'è tutto l'insegnamento che puoi dare; l'insegnamento accade in quell'attimo di vuoto, in quel momento sacro dell'esistenza. Davide Quaranta. 

Espandere la coscienza è dunque un modo di andare oltre
, che caratterizza le esperienze umane nel Tantra. Si tratta cioè di diventare consapevoli dello stato di “overmind” come André Van Lisebeth nel suo Libro “Tantra – l’altro sguardo sulla vita e sul sesso” – afferma essere una definizione essenziale per comprendere il Tantra. Si tratta di acquisire la consapevolezza di essere parte di una “sovra coscienza collettiva”, percependola nel corpo e nella psiche, che sono a loro volta pervase da un’energia che è contenuta intrinsecamente nella materia; non solo all’interno del singolo individuo umano quindi, ma in ogni cellula e molecola dell’esistente. “Tutto quello che è qui è altrove e tutto quello che non è qui non è da nessuna parte” recita una frase tratta dal Vishvasàra Tantra e che, a ben vedere, esprime più di quanto non si possa pensare, la vera essenza del Tantra. Uno stato dell’esistente consapevole di tutto l’esistente. Vertiginoso, ma al tempo stesso entusiasmante. Il Tantra non è una filosofia, non è una religione e nemmeno una disciplina. Il Tantra è una via, da percorrere utilizzando una o più tecniche. Così facendo il viaggio della vita diventerà evolutivo ed esperienziale, arricchente e costruttivo. Porterà il proprio essere a eliminare le barriere che lo dividono dal ritornare ad essere integro e connesso all’esistente. E di più, ad unire due generi per diventare l’esperienza dell’unità: quella che molti mistici definiscono trascendenza, altri estasi, altri divino, altri sovrannaturale.

Significato. Alla parola Tantra vengono dati molti significati, ma il senso più profondo, quello che intendono i praticanti di oggi, come molto probabilmente quelli degli scorsi millenni, è “espansione della coscienza”, da Tan “espandere” e Tra “essenza”, qui nel senso di “coscienza, vero sé, oltre l’umano”. Il Tantra è dunque un processo in divenire che segue il continuum dell’esistenza, portando la persona ad esistere penetrando sia la dimensione temporale che quella della profondità della materia; avendone infine pura coscienza ed estrema consapevolezza. Può produrre dunque un vero “risveglio”, liberandoci dalla stretta dell’ego, delle credenze, delle convinzioni, dei falsi miti, dell’ignoranza del nozionismo. Connettendoci profondamente con l‘energia che permea la natura, esso ci rende più vitali ed in sintonia con la realtà delle cose, guarendo i conflitti e le fratture, che una mente posseduta da ego e convenzioni, produce tra corpo e mente, tra essere e pensare. La vita, la coscienza, la mente, sono, secondo il Tantra aspetti diversi della medesima energia cosmica, più o meno sottili, ma tutti altrettanto concreti e materiali. Il Tantra infatti non invoca l’intervento di qualsivoglia principio trascendente. Se ognuno di noi contiene già la trascendenza, in quanto esiste nel creato e noi ne siamo parte, l’unico passo necessario è di rimuovere l’immondizia che ostacola la nostra possibilità di riconoscerlo. Il primo passo è dunque demolire gli schemi e le strutture, le corazze e gli obblighi che ci impediscono di riconosce la nostra vera natura: chi siamo veramente.

Pratica. Chi pratica Tantra inizia quindi a inserire nella propria vita esercizi, meditazioni e pratiche che, strato dopo strato, ripuliscono l’essere profondo da ciò che lo soffoca e gli impedisce di essere vitale al suo massimo. Man mano che si fa pulizia, gli schemi rigidi, le maschere, le corazze si assottigliano e la vitalità cresce. Quando l’accesso all’energia sessuale, rimossi gli ostacoli, diventa diretto, essa si fa dirompente e pervade il nostro essere. L’energia sessuale è quella più forte di cui disponiamo ed ha molte funzioni essenziali ed insostituibili: mantiene la salute, guarisce, nutre, libera, sostiene, ci conduce in altri stati di percezione. Nel tantra autentico è considerata la potenza creatrice universale, esplosione vitale suprema, dalla quale sorge l’universo manifesto. L’energia sessuale trova il suo massimo splendore in quello che è, simbolicamente e concretamente, il rito del Maithuna, vissuto sia dalla coppia, che da un gruppo di coppie, in quello che nella tradizione viene definita la Chakra pùjà, “l’ascesa a 16”. Un gruppo cioè costituito da 8 coppie, dove gli Shiva e le Shakti si uniscono sessualmente dopo essersi scelti a sorte. Il rituale contiene le cinque M: Madya (Vino), Màmsa (Carne), Matsya (Pesce), Mudra (Cereali) e Maithuna (Unione divina) ed è praticato ancora oggi. Il rituale del Maihtuna però non è aperto a chiunque. E’ necessaria una sufficiente quantità e qualità di pratica, atta a renderlo possibile, sia dal punto di vista spirituale che fisico. Il 95% delle pratiche del Tantra sono infatti meditazioni, esercizi, lavoro sul respiro, sul corpo e sulla mente, che servono appunto a ripulire l’intero sistema corpo-mente, affinché possa affiorare lo spirito, il vero sé, che attraverso la spinta della potente energia sessuale, cioè l’energia della vita, eleva l’essere a esperienze supreme e divine; questo fa vivere al praticante uno stato di unione e identificazione con il flusso permanente della forza creatrice della natura, definita appunto come divina. Sono spesso necessari lunghi anni di sana pratica, ma il risultato è davvero stupefacente e rende sublime la qualità della vita.

 

Cenni Storici. Il Tantra è una pratica esperienziale ed empirica, che risale a culture indo-alpino-mediterranee vissute tra i 4000 e i 7000 anni fa. Al tempo probabilmente si identificava nella cultura sociale stessa e veniva vissuta e applicata dalla popolazione a rituali, pratiche e relazioni sociali. I rinvenimenti archeologici hanno evidenziato come alcune città fossero dei grandi centri abitati: in particolare Harappa e Mohenjo-Daro, Lothal e Merhgarth, che si trovano dislocate in un ampio territorio tra l’India nord-occidentale e l’attuale Pakistan, e addirittura la parte sud-occidentale dell’Afganistan. Questa società si è poi diffusa a tutto il bacino alpino mediterraneo, tra il 7000 e il 2000 avanti Cristo, prima di essere distrutta dalle orde barbariche degli Ariani, a partire dal 3000 A.C.. Nel Kashmir indiano troviamo ancora oggi pratiche che sono state tramandate dal tantrismo originario. Paradossalmente il territorio che ha visto la culla della più fiorente e aperta società matriarcale e libera, è ora l’oblio di qualsiasi libertà ed è diventato la culla del fondamentalismo islamico. Forse sono i corsi e ricorsi storici sul lungo periodo dei millenni, ma tant’è. I ritrovamenti archeologici ci aiutano ad immaginare una passeggiata, vestiti alla moda dell’epoca, nella città di Lothal, porto internazionale dai grandi commerci con altre città lontane; le strade, grandi e piccole, sono pulitissime, dotate di fogne interrate che scaricano, di collettore in collettore che si ingrandisce sino a 1metro e venti di larghezza, in una vasca chiusa (una preistorica fossa biologica!). Igiene e pulizia, nessun odore. Tutte le case hanno un piano con un balcone ed il loro tetto piatto funge da terrazzo, dove prendere il fresco la sera. Gli uomini che incontriamo portano semplicemente una tunica in cotone mentre le donne una minigonna (meno male che sarebbe stata inventata solo negli anni 60!) che s’arresta a mezza coscia e hanno i seni scoperti. Indossano però molte collane, pendenti, gioielli, usati a mo’ di vestito, bracciali e fermagli per i capelli e una larga cintura lavorata con pietre. La loro pettinatura è curata: usano, cosi come a Mohenjo-Daro, degli specchi in rame lucido. Utilizzano del rosso per le labbra e collane d’avorio e oro. Gli archeologi hanno rinvenuto in una cassa, in un solo ritrovamento, un vero tesoro sotto forma di gioielli in oro e monili preziosi. Incontriamo per strada anche dei forestieri: sono mercanti che provengono dalle aree con cui vi sono commerci: Mesopotamia, Siria, Cipro, Egitto, Sumer. Essi vengono a comprare le mercanzie negli ampi locali in mattoni cotti. La città ha un urbanesimo preciso: è divisa in quartieri sovrastati dall’acropoli, con case grandi e belle, quanto quelle di Harappa e Mohenjo-Daro. Visitando anche queste due città situate proprio al centro della Valle dell’Indo, ci colpirebbe il più diffuso mezzo di trasporto dell’epoca: un carro da buoi, costruito interamente con un solo pezzo di metallo e con ruote in legno, massicce e senza raggi, fissate all’asse con cinghie di cuoio. Gli archeologi ne hanno rinvenute centinaia di riproduzioni, anche sotto forma di giocattoli in terracotta. Costeggiando l’Indo notiamo il grano tardivo che sta maturando nell’immensa pianura, mentre i carri trasportano le balle di grano già raccolto, della varietà precoce, coltivata dagli Harappei. Entrando in un villaggio notiamo un cerchio di alcuni bufali, che guidati da un ragazzino schiacciano il grano, che viene poi raccolto da alcune donne. Di razza dravidica, esse hanno capelli lisci e scuri, sono piccole e hanno carnagione molto scura. Sono vestite con leggeri e trasparenti panni in cotone. Finalmente giungiamo a Mohenjo-Daro: la via principale è larga 10 metri e non è lastricata, il passaggio di decine di carri, buoi e bufali alza una polvere sottile e penetrante; tutte le case danno la schiena alla via principale per questo motivo. Entriamo in una viuzza laterale e entriamo in una casa tipica. E’ separata dalla strada con un muro che ne protegge l’intimità. Un corridoio conduce ad un piccolo cortile dotato di un patio, dal quale si dipartono le varie stanze della casa. Al centro c’è un pozzo. Ogni casa ha un sala d’acqua. Uno strumento a corde è posto su una sedia. In una nicchia un busto in terracotta. Le arti sono presenti in ogni luogo, musica, scultura, teatro, cultura. A dimostrazione che il razzismo è sconosciuto i ritrovamenti nelle tombe di corpi di diverse razze seppelliti assieme: i matrimoni misti erano abituali. Nemmeno le caste sociali esistevano: case di ricchi mercanti erano adiacenti a quelle di poveri, senza un ordine gerarchico di importanza. Notiamo la totale assenza di edifici religiosi di qualsivoglia foggia e misura. Non c’era un re-dio (come il faraone) né un Grande-sacerdote. Si percepisce che le donne, di qualsiasi razza, sono libere e aperte, guidano le scelte sociali e politiche, trasmettendo l’originale culto della dea-madre, dell’adorazione del lingam, dei serpenti e dell’unione dei prìncipi maschile e femminile, di Shakty e Shiva. La costruzione più grande di questa città fu un grande bacino, sull’acropoli, delle dimensioni di un moderno albergo termale, dove i cittadini dell’epoca potevano godersi il fresco, il bagno e il panorama. In luogo di costruire monumenti impressionanti, tutto era fatto in vista di una vita felice, pacifica e confortevole, in una società, se non egualitaria, almeno senza sproporzioni esagerate tra le classi: niente ville sontuose da un lato e tuguri dall’altro. Di certo per essere una società preistorica, ce ne sarebbe da imparare!

 


 

Approfondimento

ARTICOLI di Davide Quaranta

 
Attenzione alle pratiche con riti e rituali. Siano religiose o atee, siano massaggi o meditazioni. Dietro si celano finti Guru. Vediamo perché. Il rituale è l’espressione dell’ego del supposto guru in quanto è una pratica che proietta all’esterno, istituzionalizza e processa un modo di essere e sentire personale e che nell’immaginario collettivo si “aggancia” alla sua immagine e alla sua reputazione. Vale per gli odierni Guru, cosi come per quelli del passato. E’ per questo che spesso si usano abiti o accessori di vestizione molto particolari, o luoghi, che sollecitano molto l’aspetto estetico ed esteriore; questo gratifica l’ego e sollecita la mente a produrre pensieri che sono immaginifici e che nel giudizio mentale acquisiscono un valore di superiorità, rispetto agli altri. L’effetto è di dare in pasto all’ego, sempre nuovo cibo per nutrirsi e sviluppare una auto-immagine estetica di maggiore bellezza e importanza. Inoltre il rito ha la funzione di ordinare gli eventi a piacimento del predicatore in modo che si possa controllare gli allievi o adepti. E’ cosi possibile gestire anche tutte le fasi di un esperienza meditativa collettiva o individuale, secondo canoni e procedure imposte e prestabilite. Il finto Guru si addobba come un albero di natale di accessori di pregio e abiti che, anche se semplici, evocano, nei pensieri, luoghi, reali o immaginari, in qualche modo fantastici ai nostri occhi. “A questo proposito dobbiamo inoltre specificare che la vista è il più intellettuale tra gli organi di senso” (cit. Michel Odent – Le funzioni degli orgasmi – Terra Nuova Edizioni 2009). Il Rituale quindi assolve una funzione sensoriale che stimola direttamente e quasi esclusivamente la neocorteccia, non interessando quasi per nulla le funzioni profonde del corpo e dell’anima. D’altro canto il rituale è molto simile ad una rappresentazione spettacolarizzata, a volte con tanto di pubblico che guarda o altre volte con gente che fa finta di partecipare ma è li per guardare. Un guru non sopraffatto dal suo ego, invece, durante meditazioni o pratiche meditative, al massimo è vestito di luce; se notiamo molte rappresentazioni di Budda seduto in meditazione egli è nudo. Infatti gli abiti non solo creano una barriera fisica con il resto dell’esistente, e quindi sottolineano l’individualismo, ma sono anche un messaggio. Infatti simbolicamente ciò che ci comunicano i veri mistici, attraverso la nudità in meditazione, è l’abbandono dell’attaccamento ai beni e alle ricchezze materiali. Nel tantra a maggior ragione, tutte le sovrastrutture vengono sbriciolate, da un vero maestro, in primis in se stesso e dopo, mostrando la strada ai propri allievi. Quella del Rito o Rituale è quindi una delle sovrastrutture che alimentano l’ego, più difficile da sgretolare. E’ molto verosimile che in realtà, molti falsi Guru, usino invece proprio la ritualizzazione per darsi più importanza e per costruire una impalcatura estetica che gli dia credibilità verso i propri allievi-clienti, identificandosi a tal punto dal pensare di essere l’impalcatura stessa; la quale diventa presto uno scafandro, che si sono minuziosamente costruiti per apparire ciò che non sono e soprattutto per credere e far credere qualcosa agli altri, che non ha nulla a che vedere con la realtà. E soprattutto per nascondere alla visibilità altrui il grosso e grasso ego che non riescono a riportare in un equilibrio stabile nel tempo. Cadendo nella trappola che a questo punto si intuisce facilmente: faccio rituali per far vedere che sono speciale, equilibrato, sano e facendoli continuo a dar da mangiare al mio ego, che cresce sempre di più. E più cresce è più devo far Riti per contenerlo e vestirmi di abiti e accessori per nasconderlo alla vista degli altri, in un circolo vizioso senza fine. Alla quale crescita abnorme dell’ego, darà anche un contributo il fatto che così facendo sarò seguito da molte persone, molti adepti e molti allievi, centinaia di persone, forse migliaia; perché alle menti e alle anime sperdute, serve proprio un luccicante rituale fatto di paiette, perline, piume e abiti esotici. Non certo la nudità, al massimo vestita di aria pura e luce del sole. Non certo l’essenza. Non certo il silenzio. Non certo il nucleo. Anche se come disse un vero mistico: “solo quell’oscuro intervallo è l’amore”. (Articolo di Davide Quaranta – puoi condividerlo o diffonderlo citando la fonte).
 

E Tantra si? E Tantra no? Il paese del Tantra!
Come fare a capire se la proposta Tantrica di un sito web si avvicina o no a qualcosa di vero? Ecco alcuni consigli pratici per imparare a scegliere nel "misterioso" mondo del TANTRA on line. Nell'offerta di Tantra in Italia c’è una varietà infinita di proposte. Dobbiamo quindi cercare di utilizzare pochi, ma sicuri parametri di valutazione preventiva, in modo da non incappare in qualcosa che sia meramente uno sfilare soldoni dalle nostre tasche! Nel Tantra la libera interpretazione del metodo, delle pratiche e della modalità empirica e di approccio è totalmente e giustamente libera. Quindi non può essere una valutazione sul metodo a farci capire se una proposta è buona o farlocca. Non trattandosi di una disciplina o di una filosofia non può essere trasmesso con un solo metodo strutturato e ripetibile, uguale per tutti; quindi il fatto che ogni insegnante usi un metodo diverso è naturale per il Tantra! Dobbiamo perciò affinare la capacità di comprendere se nella proposta che stiamo leggendo su internet ci sono le premesse che lascino presagire il possesso della caratteristica fondamentale di chi insegna Tantra: l’autenticità. Viste le migliaia di proposte sul web è quindi utile uno strumento di scrematura preventiva, per ritrovarsi a scegliere su una più piccola rosa di candidati che abbiano le giuste caratteristiche. Per fornire un valido strumento possiamo andare per esclusione, indicando cioè, al di là del libero metodo, quelle che sono le caratteristiche che ci indicano di sicuro chi non ne sa nulla di Tantra e fa quindi il venditore di fumo, il fintone, il mago apprendista, oppure il tuttologo teorico.

Ecco alcuni consigli, per una buona valutazione preventiva:
- non fatevi impressionare dal sito web: non è la dimensione, la bellezza estetica, la grafica, le foto, le citazioni colte, a darci la chiave di valutazione: il Tantra è essenza e completezza, non esibizione di migliaia di inutili foto, o una raccolta di miglia di testi teorici.

- non fatevi impressionale dal galleggiamento su Google. Il SEO di un sito può essere affidato a tecnici bravi che lo fanno galleggiare bene o addirittura può essere comprato; questo non significa automaticamente che i titolari del sito siano veramente dei Tantrici.

- non fatevi impressionare dai commenti della clientela, che vengono postati sul sito web, almeno per due motivi: sappiamo per certo che ci sono persone oneste che postano dei commenti reali, ma anche che si può inventare qualsiasi cosa. Quindi non può essere un dato di valutazione oggettiva.

- siti web di scuole, centri o insegnanti dove non compare la foto del viso di chi opera sono da evitare a priori. Regola numero uno: una guida tantrica non può avere nulla da nascondere, ne vergognarsi di quel che fa, altrimenti è già chiaro che è egli stesso nel giudizio, nella paura, nel vincolo, nel condizionamento. E chi è ancora preda di queste emozioni non può insegnarvi come uscirne! Molto più spesso non può insegnarvi nulla. Anche nel caso del massaggio, l’esperienza sarà lontana dalla luce e dalla trasparenza che caratterizza un massaggio nel Tantra, ma piuttosto sarà torbida e tensiva; un ambiente dove c’è qualcosa da nascondere è lontano dalle luce: insomma da evitare!

- se nel sito ci sono quasi esclusivamente citazioni colte, testi sacri, testi di altri, copia incolla, aforismi e parole che mai o raramente sono scritte di pugno dagli autori significa che non hanno conoscenza diretta del Tantra. Diciamo più delle Perpetue che chiaccherano di Tantra prendendo il tè delle cinque ogni giorno. Una persona che si è immersa nel Tantra usa sempre parole sue, originali, perché non potrebbe essere altrimenti; parole sentite, proprio perché vere per lui; ognuno vive il Tantra in modo unico e diverso da ogni altro individuo; ed è proprio questo che rende i maestri Tantrici così originali: perché non sono fotocopie di nessuno e il loro linguaggio non prevede copia-incolla. Attenti quindi ai contenuti testuali: se sono cospicui e completi è un punto a favore, ma attenzione che non si tratti di copia incolla; abbiamo esempi di siti web che sono al 90% scritti da altri! Valutate in percentuale quante sono cose scritte da altri e quanto ne hanno scritte gli autori: se più del 30% è di altri è da evitare!

- Se propongono corsi di Tantra il cui contenuto teorico, spiegazioni verbali, citazioni, nozioni, giochi (e magari una bella tombola tantrica!) supera il 20% del tempo, vi stanno proponendo un intrattenimento di tipo conviviale; in due parole vi stanno sfilando i soldi di tasca proponendovi un week-end fuoriporta, facendolo passare per Tantra. Il Tantra infatti è conoscenza; e la conoscenza si basa su esperienze fisiche soggettive, ricondotte dal gruppo alla connessione della coscienza collettiva.

- Se vengono proposti Riti o Rituali in un modo sistematico o istituzionalizzato, o come un qualcosa che si può apprendere in un corso ad ore, è da evitare! La ritualità vera è lontanissima dalla forma mentis occidentale ed è comunque un prodotto volto a nutrire l’ego, a meno che non si sia già molto vicini alla saggezza o all’illuminazione; quindi il vero scopo è quello di dare un tono a qualcosa di fasullo, di vuoto, per “tonificarlo” un po’ agli occhi del cliente credulone.

- Ovviamente foto dove l’insegnante di Tantra indossa veli trasparenti, reggicalze o perizoma nero, alzano il livello di sospetto sul fatto che non si tratti proprio di un insegnante di Tantra. Idem dicasi per gli uomini, dove petti palestrati, addominali scolpiti, occhi verdi o azzurri (corretti con photoshop), fanno facilmente intuire che non si tratta esattamente di un Tantrico.

- Se propongono pratiche contro natura, come la ritenzione del seme (Taoista), la castità, la disciplina ferrea, un Tantra senza l’unione del maschile con il femminile o altre amenità del genere, meglio valutarli con seria cautela. Tali pratiche sono riconducili a Monaci ed asceti, che le includono in un percorso spirituale che dura una vita e del quale se ne occupano quotidianamente per la totalità del loro tempo. Prescriverle a persone comuni è controproducente e pericoloso. Soprattutto alle coppie. Evitate!

- Infine, ma non meno importante, sappiate che al momento in Italia non vi sono insegnanti di Tantra “illuminati”, ma ve ne sono diversi che sono bravi, saggi e autentici. Profondi e dotati di conoscenza. Scegliete questi e potrete scoprire che magari il Tantra non fa per voi, ma almeno sarà una scoperta vera. Oppure potreste scoprire che è proprio la vostra via di crescita spirituale e che vi condurrà al centro di voi stessi. Una buona scelta, di certo, vi eviterà di essere truffati. Buon Tantra!

(Articolo di Davide Quaranta – puoi condividerlo o diffonderlo citando la fonte)

 
Site Map